Liceo Dettori: Piano dell'Offerta Formativa

Piano dell'Offerta Formativa 2006

Attuazione : 2006/2007

 

Funzione strumentale per la gestione del POF:

prof.ssa Cinzia Runchina

 

E’ inevitabile che il POF di una scuola che, come la nostra, si evolve e si rinnova di continuo, si arricchisca ogni anno di attività, progetti e proposte, che scaturiscono sia dalle iniziative dei docenti dell’Istituto, sia dalle sollecitazioni che vengono dai finanziamenti pubblici messi a disposizione delle scuole, nell’intento di migliorarne l’offerta formativa.

Rispetto al POF approvato nello scorso anno scolastico, il presente aggiornamento introduce i seguenti nuovi progetti: - per continuità nel corrente anno scolastico troveranno seguito i progetti già approvati nel precedente anno scolastico.

  1. Corso di conversazione con docente di madrelingua inglese.
  2. Prerequisiti: un percorso di formazione.
  3. Leggere il cinema: corso di cultura cinematografica di base.
  4. Beni culturali e conservazione.
  5. Corso di formazione giuridica anno scolastico 2006/2007.
  6. Corso a indirizzo musicale.
  7. Frequentando l’arte isolana: luoghi, segni, colori di una identità.
  8. Educazione alimentare rivolto alle IV ginnasiali.
  9. Sessualità e persona.
  10. Bioetica correlata ai trapianti d’organo.
  11. Dettori? No Smoking.
  12. Avviamento alla pratica sportiva.
  13. Sport a scuola.
  14. Educazione stradale

Si allegano a questo documento, perché ne costituiscono parte integrante, il "Piano dell’Offerta Formativa" e il "Regolamento di Istituto"

prof. Cinzia Runchina

 

Pag.

1. A chi ci rivolgiamo 4

2. Chi siamo e dove operiamo 5

3. Di quali strutture disponiamo 6

4. Alcuni dati statistici 10

5. I risultati didattici 12

6. L'organizzazione del liceo 16

7. Cosa ci proponiamo (finalità e obiettivi) 22

8. Come lavoriamo (l'organizzazione della didattica) 24

9. Momenti significativi dell’anno scolastico 28

10. Quali progetti attuiamo 29

11. Altre Attività 35

12. Come valutiamo il nostro lavoro 39

13. Con chi collaboriamo 41

14. Quali servizi offre la segreteria 42

15. Le nostre risorse finanziarie 44

16. Prospettive per il futuro (Ricerche e studi) 45

Allegato A Piano dell’Offerta Formativa

Allegato B Regolamento di Istituto

  

Il Piano dell'Offerta Formativa che abbiamo predisposto per il 2006/2007 si rivolge:

Il P.O.F. 2006 contiene inoltre una breve storia del liceo, un cenno al contesto socio-economico nel quale esso opera, alcuni dati statistici relativi alla frequenza e al successo scolastico degli studenti e delle studentesse, le risorse finanziarie di cui dispone.

Per tutti gli aspetti che in questo POF non vengono esplicitamente trattati, rinviamo alla Carta dei Servizi e al Regolamento d'Istituto, dettagliati ciascuno per il proprio ambito di interesse.

 La legge Casati del 13 novembre 1859 istituiva due gradi dell’istruzione secondaria classica, sotto il nome di Ginnasio e Liceo. In virtù di tale legge, a Cagliari, nella sede del Reale Collegio-Convitto di Santa Teresa, già appartenuta ai Padri Gesuiti fin dal lontano 1691, furono istituiti il Regio Ginnasio e il Regio Liceo di Santa Teresa. Questo nome venne poi mutato nel maggio del 1865 in quello di Liceo ginnasio "G.M. Dettori".

Giovanni Maria Dettori era nato a Tempio il 29 luglio del 1773. Dopo aver completato il corso di lettere umane e filosofia nella città natia, frequentò a Cagliari gli studi universitari e conseguì la laurea a pieni voti nel 1796. Da allora ascese a gran fama, come insegnante nel Seminario cagliaritano, e come predicatore, tanto che tre anni dopo fu compreso tra i dottori del Collegio teologico dell’università di Cagliari. Nel 1807 divenne professore di teologia morale e venne chiamato dal re Vittorio Emanuele I ad insegnare nella città di Torino. Il suo trattato "Theologiae moralis institutiones" fu ai suoi tempi assai apprezzato.

Ancora oggi, negli archivi del liceo Dettori sono conservati documenti interessanti, alcuni dei quali risalenti al 1854; in essi si conserva la memoria degli uomini illustri che da allora frequentarono il Liceo, tra i quali Antonio Gramsci e Giuseppe Dessì, e dei professori di chiara fama che vi insegnarono, come Azzolina, Cantimori, Chiellini.

Ma lungo risulterebbe un elenco completo di tutti coloro che qui studiarono; pertanto questa che segue è solo una breve rassegna: Antioco Zucca, filosofo; Paolo Orano, scrittore; Filippo Figari, pittore; Luigi Crespellani, primo Presidente Regione Autonoma Sardegna; Giuseppe Peretti, rettore Università; Enrico Endrich, podestà di Cagliari; Nicola Valle, poligrafo; Francesco Cocco-Ortu, uomo politico; Vincenzo Corrias, Monsignore; Gisella Maxia, matematica e medico; Marcello Serra, scrittore.

Dal 1956 l’Istituto occupa un edificio situato a ridosso del parco cittadino di Monte Urpinu, nel cuore dell’omonimo quartiere. Il suo bacino d’utenza comprende, in prevalenza, i quartieri di S. Benedetto, Genneruxi, Bonaria, La Palma, nonché i centri del Campidano di Quartu fino alla zona di Dolianova. Il tasso di pendolarismo è del 40%.

Il Liceo prende atto delle nuove esigenze formative e si apre anche all’utilizzo delle nuove tecnologie, senza tuttavia perdere di vista la propria tradizione classico-umanistica, che costituisce comunque il suo punto di forza; essa infatti consente ai suoi studenti e alle sue studentesse, una volta concluso il ciclo liceale, di affrontare una qualsiasi facoltà universitaria e qualunque attività professionale. E tale risultato appare quanto mai in sintonia con una società,

come quella attuale, che esalta la "flessibilità" del lavoro, l’ingegnosità e la versatilità, e premia la creatività personale.

 

 

Gli alunni del liceo Dettori sono attualmente distribuiti tra la sede centrale, situata in via Cugia, e la sede staccata, ubicata presso il caseggiato dell’Istituto per Geometri "O. Baccaredda", in via Grandi, ove sono disponibili dieci aule per tutta la durata dell’anno scolastico 2006/2007: in esse ruoteranno, a turni di due mesi ciascuno, tutte le classi del liceo.

La sede centrale è dotata di sei aule speciali, una per le esercitazioni pratiche di fisica, un'altra per la chimica, tre per l'informatica, una come laboratorio linguistico.

L’Istituto possiede altresì una capiente aula magna (circa 500 posti a sedere), dotata di schermo per le proiezioni e di impianto di amplificazione. Spesso viene utilizzata anche da associazioni ed enti, per attività culturali di interesse cittadino.

La scuola è dotata di una palestra coperta e di una scoperta, nonché di una biblioteca, parzialmente informatizzata, situata al piano terra.

Ad ogni piano dell’edificio sono disponibili un televisore con videoregistratore e una lavagna luminosa, che vengono utilizzati dalle classi, previa prenotazione. Inoltre, sono stati recentemente acquistati (e sono già fruibili) cinque pc portatili, forniti di carrello mobile e di proiettore, scanner, stampante a infrarossi, i quali sono a disposizione dei docenti e delle classi che ne faranno richiesta. I locali della sede centrale si avvalgono del sistema di cablaggio.

LABORATORIO DI INFORMATICA

Il nostro Istituto è dotato di due laboratori di Informatica, uno costituito da 12 PC per gli alunni, da un master per la postazione docente e che funge da server di rete. I PC sono Intel Pentium 4 e sono collegati sia in rete locale che ad INTERNET; l’altro, finanziato dal progetto M@rte, è dotato di 12 PC Pentium 4 e di impianto di video conferenza.

Queste strutture consentono sia l'attuazione della sperimentazione del P.N.I. (Piano nazionale per l'Informatica) sia la partecipazione attiva al progetto M@rte.

Negli ultimi anni la multimedialità ha spinto molti docenti, anche di discipline non scientifiche, ad avvicinarsi all'Informatica, ed ecco che il laboratorio è diventato centro di sperimentazione di nuove metodologie didattiche, grazie soprattutto al collegamento ad INTERNET, che consente di effettuare rapide ricerche.

Il software installato consente la produzione di ipertesti e di file multimediali, che possono essere riversati su un CD tramite il masterizzatore di cui la scuola dispone. Molto utile per la didattica è certamente il collegamento in rete locale dei PC: ciò consente al docente di seguire costantemente gli alunni e le alunne, di intervenire immediatamente su ciascuna postazione e di far diventare ciascuna postazione perno di interventi o di chiarimenti rivolti a tutta la classe. Il laboratorio dispone anche di uno scanner per l'acquisizione di immagini e testi.

LABORATORIO POLIFUNZIONALE

La scuola dispone di un laboratorio di Chimica completamente ristrutturato grazie al contributo del MIUR – Programma Operativo Nazionale (PON) e cofinanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale. E’ dotato di arredi moderni e conformi alle norme di sicurezza, e di attrezzature all’avanguardia, quali calcolatrici grafiche e sensori, che, insieme a quelle già in uso, lo rendono polifunzionale e in grado di servire alla didattica della chimica, della fisica e della biologia.

LABORATORIO DI FISICA

Il riordino dei laboratori di Fisica e Scienze, avvenuto qualche anno fa, ha portato all’attenzione dei docenti alcuni antichi strumenti di valore storico-scientifico, un vero patrimonio tale da giustificare un progetto di recupero e valorizzazione.

Tale progetto iniziato nell’anno scolastico 2001/2002 continua anche quest’anno grazie ad un ulteriore finanziamento dell’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune.

Attualmente si sta provvedendo al restauro conservativo degli strumenti più significativi e alla prosecuzione della schedatura. Anche questi lavori non rappresentano ancora il completo recupero e la piena valorizzazione, che avverrà soltanto quando gli strumenti potranno essere esposti al pubblico, in un locale e in vetrine opportuni durante le manifestazioni di carattere culturale.

Le apparecchiature attualmente in uso consentono misure di grandezze fisiche, esperimenti per lo studio: dei moti rettilinei e parabolici, delle forze e dell’equilibrio, dei principi della dinamica, della conservazione dell'energia e della quantità di moto, dell'equilibrio termico, della trasmissione del calore e dei cambiamenti di stato, delle onde meccaniche e dell'acustica, dell'ottica geometrica, dell'ottica ondulatoria, dell'elettrostatica, delle correnti elettriche continue e alternate, dell'elettromagnetismo, dell'induzione elettromagnetica, della scarica nei gas, e fenomeni correlati.

Altro materiale disponibile comprende: audiovisivi, documentazione sulle apparecchiature e schede didattiche per la conduzione degli esperimenti.

L'attuale utilizzo, pur non essendo sistematico durante l’anno, viene programmato dai docenti di Scienze e Fisica in collaborazione con l’assistente tecnico. Vengono individuati tra gli argomenti del programma, quelli che meglio si prestano ad evidenziare le potenzialità e i limiti delle teorie e dei modelli interpretativi, con lo scopo di cogliere il rapporto tra la teoria e attività sperimentale nell'indagine scientifica.

Le esperienze, prevalentemente esperimenti "di studio" più che attività di tipo "esercitativo", sono condotte dal docente coadiuvato dal tecnico di laboratorio, in un'aula anfiteatro particolarmente adatta per le dimostrazioni, durante le quali è incoraggiata la partecipazione volontaria di alunne e alunni.

Il potenziamento del laboratorio si realizza attraverso adeguati finanziamenti nazionali o regionali, ai quali si concorre presentando, entro le scadenze, progetti mirati all’aggiornamento dell’attività didattica. Nei futuri progetti saranno tenute presenti le seguenti esigenze: riparazione, aggiornamento e integrazione delle apparecchiature esistenti.

Le apparecchiature dovranno possedere caratteristiche di flessibilità e versatilità tali da soddisfare contesti didattici diversificati; lo sviluppo della multimedialità e diffusione delle reti di computer stimola l’acquisto di software funzionale alla didattica.

LABORATORIO LINGUISTICO

Il nostro Istituto è dotato di un laboratorio linguistico, acquisito con finanziamento dell'Unione Europea (Fondi Strutturali - Piano Operativo Nazionale), un laboratorio multimediale con 24 postazioni, che permette, oltre al regolare lavoro di ascolto in cuffia e di registrazione, anche l’uso dei video e collegamenti ad internet, strumenti che rendono l’apprendimento delle lingue più piacevole e accurato. Durante la regolare attività didattica, i docenti di lingue continueranno comunque a fare uso di registratori, video-registratori e televisori; inoltre metteranno a disposizione degli studenti numerosi libri e video in lingua inglese, forniti dalla scuola.

Per le classi liceali si intendono proporre anche per il presente anno scolastico viaggi di istruzione e stages in scuole inglesi e irlandesi, della durata di una settimana, con ospitalità in famiglia o in ostello.

PALESTRA

L’Istituto è dotato di una palestra interna e di una palestra esterna polivalente, recentemente ristrutturate.

La struttura interna è una delle più antiche della città. Vi trovano dimora molti degli arredi e degli attrezzi originari, in ottimo stato e perfettamente funzionanti: spalliere, quadro svedese, trave, parallele, scale curve e orizzontali, palco di salita, cavalline e il cavallo con le rispettive pedane, affiancati da altri attrezzi modernissimi come l’impianto per il salto in alto e una macchina multipower per la muscolazione.

All’inizio di ogni anno scolastico vengono poi rinnovati gli attrezzi che facilmente si deteriorano: palle, palloni e funicelle.

La palestra è riscaldata, ben illuminata e completa di spogliatoi maschili e femminili totalmente ristrutturati.

La palestra esterna, comprende un campo di pallacanestro e pallavolo. Completa la struttura, una piccola pista per la corsa e una pedana per il salto in lungo che è in via di ristrutturazione.

Ogni mattina questi impianti ospitano centinaia di ragazzi e ragazze per lo svolgimento della normale attività curricolare. Nel pomeriggio sono inoltre costantemente occupati dalle squadre delle varie discipline che si preparano per i numerosi tornei a cui l’Istituto partecipa.

In seguito ai recenti lavori di ristrutturazione è stato abbattuto il muro che separava il cortile del nostro Liceo da quello dell’adiacente Liceo Pedagogico "E. D’Arborea" ed è cosi sorto uno spazio comune fruibile da entrambi gli istituti ed una piccola tribuna.

BIBLIOTECA

La biblioteca è situata al pianterreno dell'Istituto ed occupa una superficie di circa 70 mq, divisa in due vani utili. Manca tuttavia una sala di consultazione. Ospita circa 16.000 volumi, alcuni dei quali, di grande pregio, provengono dal Collegio dei Gesuiti (scalette di Santa Chiara) e risalgono al 1700. Si arricchisce inoltre ogni anno scolastico di nuovi acquisti e donazioni che servono ad integrare e completare le collane e le opere già esistenti.

I libri sono stati classificati, almeno in parte, col sistema decimale Dewey, e divisi in dieci suddivisioni:

000 OPERE GENERALI

100 FILOSOFIA PSICOLOGIA E DISCIPLINE CORRELATE

200 RELIGIONE

300 SCIENZE SOCIALI

400 LINGUAGGIO

500 SCIENZE PURE

600 TECNOLOGIA

700 BELLE ARTI

800 LETTERATURA

900 STORIA GEOGRAFIA E DISCIPLINE CORRELATE

000-900 SARDEGNA – STUDI SARDI

 

La biblioteca è fornita di un catalogo alfabetico per autori a schede mobili, di un catalogo alfabetico per soggetti di facile consultazione, e di un catalogo topografico.

Essa è inoltre divisa, in base agli acquisti, in Biblioteca d’Istituto (riservata ai Professori), per un totale di 16.000 volumi, e in Biblioteca-alunni, per un totale di circa 2500 volumi.

La biblioteca è stata informatizzata relativamente alle operazioni di prestito, alla preparazione delle schede personali per gli studenti e di altro materiale didattico. Il suo funzionamento è regolato da una circolare del dirigente scolastico, che fissa le modalità per il prestito e la consultazione dei testi.

 

 

L’andamento delle iscrizioni degli alunni al primo anno di corso ha avuto una diminuzione sensibile negli ultimi 4 anni, con una inversione di tendenza partire dal 2005/06 e in modo particolare nell’anno che ci prepariamo ad affrontare.

Riassumiamo qui di seguito alcuni dati statistici relativi agli alunni frequentanti ed alla loro provenienza:

a.s. 2001/2002 TOTALE ALUNNI: 1029 FEMMINE 693 MASCHI 336

a.s. 2002/2003 TOTALE ALUNNI: 1018 FEMMINE 691 MASCHI 327

a.s. 2003/2204 TOTALE ALUNNI: 953 FEMMINE 621 MASCHI 332

a.s. 2004/2005 TOTALE ALUNNI: 970 FEMMINE 624 MASCHI 346

a.s. 2005/2006 TOTALE ALUNNI: 1013 FEMMINE 660 MASCHI 353

a.s. 2006/2007 TOTALE ALUNNI: 1064 FEMMINE 691 MASCHI 373

 

 

 

Anno scolastico 2006-2007

ALUNNI RESIDENTI IN CITTA': 657

PENDOLARI: 407

 

 PROVENIENZA DEGLI ALUNNI

Comuni

Numero alunni

%

Cagliari

657

66,23

Quartu S. Elena

73

7,36

Monserrato

47

4,74

Selargius

44

4,44

Sinnai

44

4,44

Capoterra

33

3,33

Dolianova

21

2,12

Quartucciu

18

1,81

Settimo San Pietro

14

1,41

Burcei

11

1,11

Serdiana

11

1,11

S’Andrea Frius

10

1,01

Pula

9

0,91

Altro

72

7,26

 

 

Uno dei fini della scuola dell’autonomia è sicuramente il successo formativo: esso dipende dall’efficacia dell’insegnamento e dalla capacità di ottenere dagli alunni i risultati programmati. Riportiamo alcuni dati sui risultati degli alunni iscritti nel nostro Liceo negli ultimi due anni scolastici.

AMMESSI ALL'ESAME DI STATO - ANNO SCOLASTICO 2003/2004:

AMMESSI

PROMOSSI

NON PROMOSSI

Candidati interni

159

159

0

Candidati Privatisti

0

0

0

TOTALE

159

159

0

ALUNNI MATURATI: 100% ALUNNI NON MATURATI: 0

 

 

AMMESSI ALL’ESAME DI STATO - ANNO SCOLASTICO 2004/2005:

AMMESSI

PROMOSSI

NON PROMOSSI

Candidati interni

158

158

0

Candidati Privatisti

0

0

0

TOTALE

158

158

0

ALUNNI MATURATI: 100% ALUNNI NON MATURATI: 0

AMMESSI ALL’ESAME DI STATO - ANNO SCOLASTICO 2005/2006:

AMMESSI

PROMOSSI

NON PROMOSSI

Candidati interni

144

143

1

Candidati Privatisti

0

0

0

TOTALE

144

143

1

ALUNNI MATURATI: 98.56% ALUNNI NON MATURATI: 1.44

VALUTAZIONI OTTENUTE DAGLI ALUNNI ALL’ESAME DI STATO 2005/2006

100

91÷99

81÷90

71÷80

61÷70

60

23

24

19

37

30

10

 

 

 

 

RISULTATI FINALI ANNO SCOLASTICO 2003/2004: CLASSI INTERMEDIE

TOTALE ALUNNI

PROMOSSI

NON PROMOSSI

NON SCRUTINATI

IV GINNASIO

230

212

18

0

V GINNASIO

219

207

12

0

I LICEO

150

134

16

0

II LICEO

172

158

14

0

 

  

 

RISULTATI FINALI ANNO SCOLASTICO 2004/2005: CLASSI INTERMEDIE

TOTALE ALUNNI

PROMOSSI

NON PROMOSSI

NON SCRUTINATI

IV GINNASIO

227

192

35

0

V GINNASIO

212

192

20

0

I LICEO

220

208

12

0

II LICEO

141

139

2

0

RISULTATI FINALI ANNO SCOLASTICO 2005/2006: CLASSI INTERMEDIE

TOTALE ALUNNI

PROMOSSI

NON PROMOSSI

NON SCRUTINATI

IV GINNASIO

238

204

34

0

V GINNASIO

198

180

18

0

I LICEO

203

193

10

0

II LICEO

203

195

8

0

 

 

DOCENTI IMPEGNATI NELL’ANNO SCOLASTICO 2006/2007

 

TOTALE DOCENTI: 81 MASCHI: 21 FEMMINE: 60

 

 

  

PERSONALE NON DOCENTE

TOTALE NON DOCENTI: 22 MASCHI: 5 FEMMINE: 17

 

 

 

 

 

* La Direzione - * Le Funzioni-strumentali - *Le Figure gestionali

LA DIREZIONE

 

 

 

LE FUNZIONI STRUMENTALI

 

LE FIGURE GESTIONALI

 

ORGANIGRAMMA

 

DIRIGENTE SCOLASTICO: Prof. Antonio Dimitri

 COLLABORATORI:

 DIRETTORE SERVIZI GENERALI AMMINISTRATIVI: Sig.ra Lina Lai

 

 CONSIGLIO D’ISTITUTO

Prof. Antonio Dimitri – Dirigente scolastico

 

 

Genitori

Docenti

Personale A.T.A.

Alunni

Frau Annarita

(Presidente)

Rocca Mario

Angioy Isabella

Lai Licia

Runchina Cinzia

Rocca Gemma

Cadeddu Rosa Anna

Melis Anna

Angela Serio

Granara Gabriella

Aresu Tito

Cadoni Bruno

Bianchi Aurora

Lai Lina

Pintus G.

De Nicola M.

Mattu F.

Stara M. S.

 

  

FUNZIONI STRUMENTALI:

Area 1 (Gestione del P.O.F.)

Referente: Prof. Cinzia Runchina

Collaboratori Prof.ri Alberto Loi, Eugenia Marica, Elvira Cocco, Liliana Ciancilla

 

 

Area 2 (Sostegno al lavoro dei docenti)

Referente: Prof. M. Laura Pisano

Collaboratori Prof.ri Bruno Cadoni, Francesco Franco, Francesco Masala,

Paola Pusceddu, Andreina Saddi

Area 3 (interventi e servizi per gli studenti)

Referente: Prof. Luisa Caocci

Collaboratori Prof.ri A. Marida Mastio, Gabriella Granara,

M. Lucia Teresa Sancassano, Laura Rossi, Stefania Cois

 

Area 4 (relazione con enti e istituzioni esterne)

Referente: Prof.ssa Gemma Rocca

Collaboratori Prof.ri Doralice Simbula, Maddalena Sotgiu, M. Grazia Vescuso

 

 

FIGURE GESTIONALI

 

INCARICATI alla VIGILANZA nella succursale:

Saranno nominati volta per volta, individuati fra i docenti in servizio nella succursale, nel mese di turnazione spettante.

 

COORDINATORI DIDATTICI:

CORSO

BIENNIO

TRIENNIO

A

M. Pulisci

L.Olla

B

P. Nani

M.L. Sancassano

C

C. Desogus

T. Frongia

D

C. Casu

F. Piredda

E

M.F. Boi

C. Dato

F

M. C. Usala

G. Rocca

G

G Mattei

P. Caboni

H

F. Pili

M.L. Caocci

I

D. Mulas

A. Cappai

L

L. Ciancilla

 

 

 

RESPONSABILI DEI LABORATORI

 

Laboratorio polifunzionale

Clara Tola

Laboratorio di Fisica

Claudio Casarotto

Laboratori di Informatica

Alberto Loi

Laboratorio Linguistico

Mario Mascia

 

 RESPONSABILE SICUREZZA DEL PERSONALE

Sig. Roberto Boi

 REFERENTE ATTIVITA’ GINNICO-SPORTIVA

Prof. Eugenia Marica

 

 Consideriamo finalità generali della nostra attività pedagogica i principi di cui agli articoli 3, 21, 30, 33, 34 della Costituzione Italiana, nonché i principi fondamentali di pari opportunità formativa, accoglienza e integrazione, diritto di scelta, partecipazione, trasparenza e libertà di insegnamento.

In relazione al biennio:

In attesa dell'applicazione della legge sul riordino dei cicli, poiché il biennio della Scuola Media Superiore costituisce ancora il raccordo con la Scuola Media Inferiore, concepiamo i due anni del ginnasio come un unico ciclo, il cui primo anno ha soprattutto un carattere orientativo. Esso deve essere perciò finalizzato alla presa di coscienza da parte degli alunni e delle alunne delle proprie attitudini, e alla individuazione, da parte dei docenti, delle eventuali difficoltà di apprendimento e di metodo che gli uni e le altre possono incontrare, nonché alla predisposizione di eventuali percorsi di recupero conseguentemente necessari. Nel corso del biennio, quindi, insieme ai contenuti delle singole discipline, provvederemo ad insegnare un metodo di studio, a fornire una buona formazione culturale di base, e soprattutto ad aiutare gli alunni e le alunne a maturare come persone civilmente responsabili. L'impegno in questa direzione non sarà naturalmente affidato ad un solo docente della classe, ma ricadrà sull'intero Consiglio di Classe che fa proprie queste finalità.

Gli obiettivi didattici che ci prefiggiamo sono soprattutto i seguenti:

Ma nel corso del biennio rivolgeremo anche la massima attenzione agli obiettivi educativi, poiché, data la loro età, gli/le adolescenti devono ancora acquisire completo dominio di sé, senso di responsabilità e coscienza dei diritti e dei doveri di ciascuno; devono inoltre essere educati alla solidarietà e al rispetto dell'altro e delle diversità, sia all'interno della famiglia, come nella scuola e nella società.

Naturalmente, questi obiettivi non potranno essere raggiunti se non attraverso una collaborazione seria e costruttiva tra scuola e famiglia, e la scuola si adopererà con ogni mezzo affinché questa possa essere realizzata.

In relazione al triennio:

L’azione educativa e didattica si propone di assecondare e sviluppare la naturale tendenza critica dei giovani, di stimolarne la creatività, di ampliarne gli interessi, di incoraggiare la ricerca, di promuovere la libera discussione.

Ci prefiggiamo, tra gli obiettivi , che gli alunni e le alunne:

La via da percorrere per raggiungere tali obiettivi passa attraverso una solida e omogenea formazione culturale, che poggi le proprie fondamenta sulla tradizione umanistica, aperta tuttavia al progresso scientifico e agli sviluppi ad esso legati.

Gli studenti e le studentesse dovranno quindi acquisire un patrimonio di conoscenze sicuro, che permetta loro di affrontare, con i requisiti necessari, gli studi universitari o i corsi post-diploma di inserimento nel mondo del lavoro. Dovranno inoltre appropriarsi di quelle abilità logico-riflessive, valide anche negli ambiti non scolastici; apprendere un metodo autonomo di studio nonché la motivazione a conoscere sempre di più e sempre meglio, anche al di là delle discipline strettamente scolastiche. In ultima analisi dovranno diventare capaci di vivere, comprendere e analizzare criticamente la realtà.

Per concludere:

Il nostro progetto educativo tiene conto della specificità del Liceo classico ed è rivolto a studenti e studentesse convinti delle finalità e degli obiettivi appena enunciati, e determinati a raggiungerli mediante serietà di impegno, applicazione e frequenza assidui. L'offerta culturale che il liceo propone, infatti, sarà attuata tenendo conto certamente delle caratteristiche degli studenti e delle studentesse nella loro individualità, e dei loro diversi ritmi di apprendimento, ma richiederà anche volontà ed impegno da parte loro, senza i quali non si potrà raggiungere alcun traguardo. Il lavoro nella scuola va inteso infatti come reciproco e solidale impegno fra due parti: da un lato gli insegnanti che mettono in opera tutti i mezzi culturali e pedagogici in loro possesso per trasmettere conoscenze e formare individui preparati, dall'altra gli alunni e le alunne che desiderano apprendere e dedicano allo studio tempo, capacità intellettuali, serietà di impegno e assiduità. Il conseguimento delle finalità e degli obiettivi indicati in questo Piano dell'Offerta Formativa sarà pertanto favorito dalla scrupolosa osservanza che entrambe le parti dedicheranno ai propri compiti.

 

 

Le lezioni si svolgeranno, come da sempre, dalle 8.30 alle 13.30 con la seguente scansione:

Dalle… Alle …

1ª ora

8.30 - 9.30

2ª ora

9.30 - 10.25

3ª ora

10.25 - 11.20

4ª ora

11.35 - 12.30

5ª ora

12.30 - 13.30

Le lezioni durano 60 minuti, l'intervallo 10 minuti (dalle 11.20 alle 11.30).

I laboratori e le attività integrative di arricchimento dell'offerta formativa si svolgono nelle ore pomeridiane, dalle 15.30 alle 19.30.

 

Il martedì e il venerdì le lezioni durano 50 minuti, per consentire agli alunni delle classi sperimentali di terminare la sesta ora alle 13.35, cioè in tempo utile per consentire ai pendolari di usare i mezzi pubblici negli orari fissati dalle aziende di servizio, secondala seguente scansione.

Dalle… Alle …

1ª ora

8.30 - 9.20

2ª ora

9.20 - 10.10

3ª ora

10.10 - 10.55

4ª ora

11.05 - 11.55

5ª ora

11.55 - 12.45

6ª ora

12.45 - 13.35

 

Nelle pagine seguenti si possono leggere i quadri orari settimanali delle aree di studio che il nostro Istituto offre:

 

QUADRO ORARIO SETTIMANALE DELLE LEZIONI:

A) L’Area Artistica

Prevede lo studio della Storia dell'arte per due ore alla settimana in tutto il quinquennio; nelle classi e nei corsi interessati, quindi, il quadro orario settimanale risulta modificato come segue:

IV ginn.

V ginn.

I liceo

II liceo

III liceo

Religione

1

1

1

1

1

Italiano

5

5

4

4

4

Latino

5

5

4

4

4

Greco

4

4

3

3

3

Lingua straniera

4

4

-

-

-

Storia

2

2

3

3

3

Geografia

2

2

-

-

-

Filosofia

-

-

3

3

3

Matematica

2

2

3

2

2

Fisica

-

-

1

2

2

Storia dell'arte

2

2

2

2

2

Scienze

-

-

3

3

3

Educazione fisica

2

2

2

2

2

29

29

29

29

29

B) L’Area Linguistica

Prevede lo studio della Lingua straniera in tutto il quinquennio; nelle classi e nei corsi interessati, quindi, il quadro orario risulta modificato come segue:

IV ginn.

V ginn.

I liceo

II liceo

III liceo

Religione

1

1

1

1

1

Italiano

5

5

4

4

4

Latino

5

5

4

4

4

Greco

4

4

3

3

3

Lingua straniera

3

3

3

3

3

Storia

2

2

3

3

3

Geografia

2

2

-

-

-

Filosofia

-

-

3

3

3

Matematica

2

2

3

2

2

Fisica

-

-

1

2

2

Storia dell'arte

-

-

1

1

2

Scienze

-

-

3

3

3

Educazione fisica

2

2

2

2

2

26

26

31

31

32

C) L’Area Informatica

Prevede lo studio della Matematica associata all'Informatica in tutto il quinquennio (secondo il Piano Nazionale di Informatica). Il quadro orario "tradizionale" risulta quindi modificato come segue:

IV ginn.

V ginn.

I liceo

II liceo

III liceo

Religione

1

1

1

1

1

Italiano

5

5

4

4

4

Latino

5

5

4

4

4

Greco

4

4

3

3

3

Lingua straniera

4

4

-

-

-

Storia

2

2

3

3

3

Geografia

2

2

-

-

-

Filosofia

-

-

3

3

3

Matematica

4

4

3

3

3

Fisica

-

-

-

2

3

Storia dell'arte

-

-

1

1

2

Scienze

-

-

4

3

2

Educazione fisica

2

2

2

2

2

29

29

28

29

30

 

 

 

 

classi

Sez. A

Sez. B

Sez. C

Sez. D

Sez. E

Sez. F

Sez. G

Sez. H

Sez. I

IV

Inglese

Inglese

P.N.I.

Inglese

Ingl.+Arte

Ingl.+Arte

Ingl.+Arte

Ingl.+Arte

Ingl.+Arte

V

Inglese

Inglese

P.N.I.

Inglese

Ingl.+Arte

Ingl.+Arte

Ingl.+Arte

Ingl.+Arte

Ingl.+Arte

I

Inglese

Inglese

Inglese

Inglese

Ingl.+Arte

Arte

Arte

Arte

II

Inglese

Inglese

P.N.I.

Inglese

Ingl.+Arte

Arte

Arte

Inglese

Inglese

III

Inglese

Inglese

P.N.I.

Inglese

Ingl.+Arte

Arte

Arte

Inglese

Inglese

 

 

N.B.:Quest’anno scolastico si è formata la classe IV L sperimentale di Inglese.

 

Legenda: P.N.I. (Piano Nazionale di Informatica)

 

Sperimentazione storia dell’arte N° 2 ore per ciascuna classe

Sperimentazione lingua Inglese N° 3 ore per ciascuna classe

Sperimentazione Inglese + storia dell’arte N° 3 ore lingua inglese + N° 2 ore di

storia per ciascuna classe

 

Sperimentazione P.N.I. N° 4 ore classi ginnasio

N° 3 ore in prima

N° 5 ore in seconda (3 matematica + 2 fisica) N° 6 ore in terza (3 matematica + 3 fisica)

L'anno scolastico si aprirà, alla data fissata dal Sovrintendente scolastico regionale, con una settimana di Accoglienza per le classi quarte ginnasiali. In questo primo periodo gli alunni e le alunne prenderanno contatto con la nuova realtà scolastica e ne conosceranno le strutture, gli insegnanti, il personale ausiliario e di segreteria. Verranno loro somministrati test di conoscenza e verifiche d'ingresso, volti a rilevare le situazioni di partenza, i prerequisiti, le conoscenze e le competenze di cui essi/e sono in possesso. Sarà inoltre cura degli insegnanti creare nelle classi il clima affettivo-relazionale ideale per un buon dialogo educativo e didattico tra le parti. Al termine del periodo di reciproca conoscenza e di analisi delle situazioni di partenza, si darà avvio allo svolgimento dell'attività curricolare, programmata dal consiglio di classe per le singole discipline.

 

Con l’intento di migliorare la qualità dell’Offerta Formativa, nell'anno scolastico 2006/2007 il Liceo Dettori realizzerà i seguenti progetti d'Istituto annuali o pluriennali:

Concorso letterario "Giallo Nero Rosa", Avviamento alla pratica sportiva, Corso di formazione giuridica, Lingue, La mente e la mano, Educazione alimentare, Frequentando l’arte isolana, Leggere il cinema, Beni culturali e conservazione, Corso a indirizzo musicale, Sessualità e persona, Bioetica correlata ai trapianti d’organo, Sport a scuola, Dettori? No smoking.

Di ognuno, si descrivono qui di seguito i punti sostanziali:

1. Concorso letterario Giallo Nero Rosa (X edizione)

Il Concorso letterario "Giallo nero rosa" è giunto ormai alla decima edizione ed è diventato per la nostra scuola una tradizione. Quando fu proposto per la prima volta (e negli anni successivi rimase invariato) esso si rivolse esclusivamente agli alunni e alle alunne del ginnasio; ad essi/e veniva richiesta la partecipazione con un racconto di genere giallo-poliziesco, horror o sentimentale, su un tema sempre diverso (nelle edizioni passate: "La famiglia", "Il viaggio", "Tempi di guerra", "Il mare", "Il sogno").

Nello scorso anno scolastico sono state introdotte alcune novità che, a giudicare dalla aumentata partecipazione degli studenti, evidentemente hanno colto nel segno. Esse sono le seguenti:

Le Giurie erano composte dalle professoresse Maria Rosa Orrù, Mariolina Pulisci, M. Francesca Boi, Sandra Pisano, Angela Serio.

Anche nel corrente anno scolastico 2006/2007 la partecipazione sarà estesa a tutto l’Istituto.

La premiazione dei primi tre classificati di ogni sezione avverrà durante la festa che la scuola solitamente organizza alla fine dell'anno scolastico.

Nel caso che i concorrenti fossero in numero troppo esiguo, la Commissione si riserverà il diritto di apportare delle variazioni sulle modalità di premiazione.

2. Avviamento alla pratica sportiva

Gli insegnanti di Educazione Fisica propongono da anni un progetto di attività sportiva in orario extra-scolastico, con i seguenti obiettivi: 1) incentivare e rinforzare negli alunni abitudini sportive permanenti, che siano anche in grado di favorire una valida prevenzione di disturbi legati ai paramorfismi; 2) prevenire la dispersione scolastica e favorire l’integrazione scolastica, con il coinvolgimento del maggior numero di alunni.

Le discipline sportive proposte sono le seguenti.

Sport individuali e a squadra.

Sono previsti tornei interni all’Istituto per quanto riguarda i giochi di squadra, incontri di Atletica Leggera e Corsa Campestre; tali attività permetteranno anche di mettere in evidenza gli alunni particolarmente capaci e meritevoli, in modo da formare le squadre che rappresenteranno l’Istituto nei tornei inter-scolastici, con l’obiettivo di fare parte delle rappresentative studentesche.

Altre opportunità di pratica sportiva saranno quelle che nel corso dell’anno scolastico saranno offerte da altri Istituti, Associazioni Sportive o altri.

Nello scorso anno scolastico Le discipline programmate sono state tutte attivate ed hanno coinvolto circa 700 studenti. L’ attività agonistica ha visto la partecipazione dell’Istituto ai Giochi Sportivi Studenteschi in incontri a livello provinciale, regionale e nazionale.

Nelle discipline Atletica Leggera, Nuoto e Scacchi alunni della Scuola si sono qualificati per le Finali Nazionali. La durata prevede un massimo di 6 ore settimanali per docente da Ottobre 2006 a Maggio 2007.

3. Corso di formazione giuridica

Il corso di formazione giuridica, istituito nel 2002 in seguito alla stipula di una Convenzione tra la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Cagliari e il Liceo classico "Dettori", è andato a regime nell’ anno scolastico 2004-2005. Esso ha preso avvio nell’anno scolastico 2002/2003 con gli alunni delle prime liceo, prevedendo il graduale coinvolgimento delle tre classi del triennio.

Il Corso si inserisce nelle iniziative finalizzate all’ampliamento dell’Offerta formativa e coinvolge tutti gli studenti del triennio che vorranno usufruire di questa possibilità. La struttura del corso viene confermata : ognuno dei tre corsi consta di 30 ore annuali da suddividere in 15 incontri di due ore ciascuno con cadenza settimanale da tenersi in orario extracurricolare da novembre 2006 ad aprile 2007.

Secondo le modalità già attuate negli anni precedenti e previste dalla Convenzione, le lezioni sono tenute dai docenti della Facoltà di Giurisprudenza che provvedono anche a verificare i risultati raggiunti, in quanto la frequenza di almeno 30 ore annuali certificate, consente agli studenti partecipanti di acquisire sia un punto di credito formativo, sia un punto di credito universitario per anno ( in virtù appunto della Convenzione suddetta), da spendere all’atto di un’eventuale iscrizione alla Facoltà di Giurisprudenza.

I tre corsi saranno strutturati nei tre moduli consueti: Diritto Costituzionale, Diritto civile , Diritto penale , diversificati per argomento e graduati per difficoltà in rapporto all’anno frequentato.

L’elenco dettagliato degli argomenti oggetto dei corsi verrà fornito ai partecipanti all’inizio delle lezioni.

Le lezioni inaugurali dei tre corsi saranno tenute, come negli anni precedenti,dal Preside della Facoltà di Giurisprudenza, prof. Francesco Sitzia.

L'adesione al Corso è sempre stata, ed è, libera e volontaria.

4. Lingue

Corso di conversazione con docente di madrelingua inglese.

Il progetto ha lo scopo di offrire agli studenti la possibilità di misurare le loro reali conoscenze linguistiche interagendo con un docente inglese; tuttociò per potenziare la motivazione all’apprendimento delle lingue, migliorare le abilità linguistiche, sviluppare la competenza comunicativa. I destinatari sono le classi liceali dei corsi sperimentali di lingua inglese. Il progetto si attiva in dieci settimane, in orario extra curricolare, un’ora alla settimana per classe.

Prerequisiti: un percorso di formazione.

Il progetto, che ha come destinatari tutte le classi IV ginnasiali, ha lo scopo di potenziare la conoscenza della grammatica di base e delle più elementari abilità nell’uso della lingua, attraverso lezioni frontali, listening e speaking, conversazioni guidate. Il progetto si effettuerà nel mese di Novembre e Dicembre.

 5. Leggere il cinema

Il progetto, realizzato in collaborazione col Centro di Cultura Cinematografica " Odissea" di Cagliari,

si propone di promuovere un riflessione sulle valenze educative e culturali dei mezzi audiovisivi in particolare del cinema; di incrementare la cultura della comunicazione e la conoscenza della diversità. Si propone inoltre di avvicinare gli studenti alle regole basilari della grammatica filmica, alle tecniche della ripresa e del montaggio . Alla proiezione dei film sulla tematica scelta si alternano conversazioni con esperti di Storia e Critica del Cinema, della tecnica della ripresa , del montaggio , della scrittura di sceneggiature e con attori affermati. L’attività è rivolta a tutti gli studenti interessati, si svolge in orario pomeridiano,consta di 15 incontri di due ore ciascuno e consente di acquisire un punto di credito formativo.

 

 

 

6. Annuario Dettori

Si prefigge di raccogliere e pubblicare tutte le attività realizzate nell'istituto nel corso dell'anno scolastico, ad iniziativa dei docenti, delle studentesse e/o degli studenti, nonché di conservare la memoria fotografica delle esperienze vissute e di coloro che ne sono stati protagonisti (docenti e alunni).

A causa di alcune difficoltà, il progetto non ha ancora avuto una sua realizzazione, benché si tenti di avviarlo da qualche anno. L’intento è quello di portarlo avanti in quest’anno scolastico.

7. Corso a indirizzo musicale

A seguito di una convenzione con il Conservatorio di musica di Cagliari, il progetto ha avuto lo scopo di far conseguire la licenza di Storia della musica con valore legale in quanto riconosciuto dal Conservatorio stesso. Il progetto attualmente è indirizzato esclusivamente alle classi II° e III° H per esaurimento ciclo, con un impegno di due ore settimanali per classe da svolgersi in orario extra-curricolare.

8. Frequentando l’arte isolana: luoghi, segni, colori di una identità

Classi interessate: ginnasio dei corsi F ed I e II° F.

Obiettivi: il progetto, programmato nell’ambito della sperimentazione di Storia dell’arte, mira a rafforzare il senso di appartenenza alla propria comunità e, attraverso l’indagine della produzione artistica isolana, tende a far conoscere la fitta rete di rapporti culturali e umani che i Sardi hanno saputo intrecciare nel tempo con l’Italia e l’Europa; mira a far acquisire, infine, la consapevolezza che la cultura isolana non è cultura subalterna ma possiede una sua specificità.

Il progetto prevede visite guidate e il supporto di esperti dell’associazione Itrokoc, in un arco di tempo compreso fra febbraio e marzo 2007

9. La mente e la mano

Corsi coinvolti: IV e V sezione G

Il progetto ha la finalità di favorire e incentivare l’interesse e la partecipazione attiva degli alunni in un’ottica didattica interdisciplinare (Storia dell’Arte e Materie letterarie).

Il progetto intende inoltre promuovere l’apprendimento di alcune tecniche grafico-artistiche, fotografiche ed eventualmente cinematografiche con il proposito di unire all’aspetto teorico delle discipline (prevalentemente alfanumeriche) anche un aspetto pratico/creativo.

 

 

 

 

Iniziative

    1. Tharros, Monte Siriai, Nora: conoscenza delle città Fenicio-Puniche-Romane con la guida della Cooperativa "Itzckor".
    2. Realizzazione di un video-documentario con la collaborazione della Cooperativa citata.
    3. Realizzazione di un "dizionario" illustrato dagli alunni, plurilinguistico.
    4. Realizzazione di guide musicali illustrate dagli alunni (Museo Archeologico Nazionale e Pinacoteca).

 

10. Beni culturali e conservazione

Il progetto è indirizzato alle II° e III° liceali e prevede un’attività in classe completata da una visita guidata; attraverso incontri con esperti che affronteranno i problemi del restauro pittorico su tavola, su tela e su parete, ha l’obbiettivo di far conoscere le problematiche del restauro stesso e le principali tecniche di intervento.

11. Educazione alimentare

Il progetto, destinato agli alunni delle IV° ginnasiali, ha la finalità di rendere i giovani consapevoli dell’importanza di una corretta alimentazione e di informarli sui più comuni disturbi del comportamento alimentare.

12. Sessualità e persona

Il progetto nasce con l’obbiettivo di fornire gli elementi per favorire il processo di maturazione personale degli alunni. Destinatari gli alunni delle I° liceali che vengono impegnati per una giornata scolastica intera in una conferenza dibattito.

13. Bioetica correlata ai trapianti d’organo.

Il progetto vuole informare gli alunni delle III° liceali sulle problematiche legate alla donazione e al trapianto degli organi, attraverso una conferenza della durata di due ore dell’Equipe del trapianto dell’ospedale Brotzu di Cagliari.

14. Dettori? No Smoking

Il progetto tende a rendere i ragazzi che frequentano la IV° ginnasiale consapevoli dei danni che reca il fumo soprattutto nell’età della crescita, attraverso dei dibattiti di tre ore complessive con esperti nella materia; sotto il patrocinio Centro Antifumo – Ospedale Binagli di Cagliari.

 15. Sport a scuola

Il progetto, rivolto agli alunni prevede un impegno di due o tre ore settimanali nel corso dell’anno scolastico e si avvale dell’intervento degli insegnanti interni e di esperti esterni; ha l’obbiettivo di rafforzare il convincimento che attraverso lo sport si potenziano le abilità fisiche e la sicurezza in se stessi. La dura prevista è da Gennaio a Giugno 2007 e in quest’anno scolastico offre un corso di vela gratuito.

16. Educazione stradale

Il progetto è rivolto a tutti gli alunni e ha come finalità quella di approfondire le tematiche civiche legate alla responsabilità dei singoli sulla strada. Prevede una fase operativa in orario curricolare di otto ore per classe e una fase che si svolge in orario extra-curricolare con la partecipazione delle forze dell’ordine. Al termine verrà rilasciato il "patentino" valido per condurre i ciclomotori.

  

Nel nostro liceo si svolgono numerose altre attività, importanti per il funzionamento della scuola e/o utili alla comunità. Esse sono le seguenti:

 

1. Attività di "Orientamento"

L’attività di Orientamento svolta dalla nostra scuola può essere sintetizzata così: aiutare gli alunni e le alunne a compiere scelte consapevoli, cioè a prendere una decisione fra tante possibili.

Pertanto, uno dei principali obiettivi che il nostro liceo attraverso l’Orientamento si prefigge è quello di delineare dei percorsi formativi idonei alle caratteristiche e ai bisogni degli alunni e delle alunne. Nel suo compito la scuola si impegna ad operare in un clima di collaborazione, ed in maniera dialettica, con gli utenti diretti (gli alunni e le alunne) ed indiretti (genitori, società civile, mondo del lavoro ed enti locali). Il suo compito inoltre non si limita ad attività informative sui piani di studio universitari o sulle prospettive di occupazione, ma vuole rendere gli studenti e le studentesse consapevoli dei propri punti di forza e di debolezza, senza limitarne la libertà di scelta né comprometterne l’autostima. Il nostro liceo si impegna quindi ad assumere l’Orientamento come componente strutturale del curricolo scolastico, e a fornire agli studenti e alle studentesse gli strumenti per fare scelte giuste e corrispondenti al loro progetto di vita. A ciò concorrerà l’utilizzo di una "didattica orientativa" che curerà l’approfondimento delle discipline e dei problemi, anche attraverso l’utilizzo di conferenze, mezzi multimediali, dibattiti, seminari di studio, test attitudinali, che evidenzino le abilità allo stato potenziale e la personalità degli alunni e delle alunne.

FASI DELL’ATTIVITA’ DI ORIENTAMENTO

ACCOGLIENZA:

Attività svolte: incontri con gli alunni e le alunne del terzo anno delle scuole medie inferiori, per illustrare le caratteristiche del nostro liceo e le attività che vi si svolgono; breve tirocinio nelle classi del ginnasio da parte degli alunni e delle alunne dell’ultimo anno delle scuole medie inferiori.

ASCOLTO:

La nostra scuola si assume il compito di "saper ascoltare" gli alunni e le alunne. Ricerca pertanto tutte le informazioni perché gli studenti e le studentesse, nel più breve tempo possibile si integrino nel contesto e perché di essi si individuino le aspirazioni, gli interessi e i valori, le abilità e le attitudini, le competenze.

SOSTEGNO:

La scuola si impegna a farsi carico della realtà degli alunni e delle alunne durante il loro percorso di crescita e a costruire per loro, nel caso si presentasse la necessità, un eventuale supporto alla transizione ad altra scuola. Organizzerà per loro nuovi percorsi formativi con cui, attraverso insegnamenti relativi ad altre discipline proprie di altri indirizzi di studio, si creeranno delle passerelle capaci di favorire una nuova e più idonea integrazione scolastica in altro Istituto o ordine di studi. Sarà perciò un impegno prioritario l’attivazione di un approccio dialogico e colloquiale con gli studenti e le studentesse all’interno di ogni ambito disciplinare.

USCITA:

Quanto all'Orientamento in uscita, la scuola organizza conferenze tenute da docenti universitari, per illustrare le caratteristiche delle diverse facoltà e le possibilità di inserimento nel mondo del lavoro di ciascun indirizzo di studio universitario.

Organizza la partecipazione a giornate scientifiche, dell’arte e della cultura. In questi campi il nostro liceo può vantare già una lunga esperienza.

Somministra test che aiutino gli studenti e le studentesse ad operare un'autovalutazione relativa alle proprie conoscenze, competenze, capacità ed attitudini, e a conoscere i propri punti di forza sui quali basare la propria scelta, nell'intento di ridurre il fenomeno degli abbandoni e il conseguente scoraggiamento.

Consente l'accesso ai siti ministeriali che offrono informazioni relative alle preiscrizioni e alle prove di ammissione ai vari corsi universitari e ai programmi europei: Socrates, Leonardo da Vinci, Youth e Tempus III.

2. Partecipazione "Centro Risorse"

Il Liceo Dettori è entrato a far parte di una rete di scuole, facenti capo all’Istituto Meucci di Cagliari, Centro Risorse per la gestione dei progetti relativi alla prevenzione e al recupero delle situazioni di disagio e per il rientro dei drop out in zone a particolare rischio di emarginazione e delinquenza.

3. Viaggi d’istruzione

I docenti del nostro liceo ritengono che i viaggi, in genere, siano per gli alunni e le alunne momenti validi di arricchimento delle conoscenze e insegnino l'accettazione e il rispetto delle diversità; il viaggio d'istruzione, in particolare, offre agli studenti e alle studentesse l'opportunità di arricchire la loro personalità poiché, nel suo svolgimento, prevede comportamenti diversi rispetto a quelli della vita in aula, in quanto immette in un contesto non più istituzionale, con momenti di vita comune e tempi diversi da quelli abituali. I viaggi all'estero inoltre offrono un utile supporto all'apprendimento delle lingue straniere, in una full immersion che consente ad alunni e alunne di valutare le proprie abilità linguistiche e di trovare stimoli per migliorare le proprie conoscenze. Per queste ragioni, il nostro liceo organizza ogni anno viaggi d'istruzione nelle principali città d'arte italiane e nelle capitali europee. Le attività sono precedute da una preparazione a scuola, attraverso un lavoro guidato, che prepari ad una partecipazione che tiene conto delle specifiche competenze di tutti i docenti che fanno parte di ogni Consiglio di Classe.

4. Scambi educativi d’Istituto

Propone scambi educativi con scuole straniere. Si prefigge come obiettivi la crescita personale dei partecipanti attraverso l'ampliamento degli orizzonti culturali e l'educazione alla comprensione internazionale e alla pace. Inoltre l'uso della lingua straniera consente l'inserimento diretto dei partecipanti nella realtà sociale, economica, scolastica e familiare in cui essa viene normalmente parlata. Esperienze già realizzate: scambio con la Finlandia, con l'Austria, con la Grecia.

5. Premio DAVID SCUOLA

La scuola partecipa, fin dal primo anno scolastico di attivazione in Sardegna (1998-99), al premio DAVID SCUOLA, organizzato dall'Agiscuola in collaborazione con la Direzione Generale per il Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Il premio riunisce un gruppo di studenti delle scuole superiori cittadine particolarmente interessati al cinema, selezionati ogni anno scolastico in qualità di giurati per i film italiani della stagione in corso, fino alla votazione finale per il miglior film (legato alla manifestazione nazionale del premio David di Donatello).

La partecipazione degli studenti del "Dettori" ha sempre dato risultati lusinghieri, non solo con gli attestati per la frequenza completa a tutte le proiezioni, ma anche con tre premi finali conseguiti nel 1999 (Giuseppe Amoroso, III A, 1° classificato a livello regionale e giurato del premio "Leoncino d'oro Agiscuola" alla Mostra di arte cinematografica di Venezia in quell'anno), nel 2002 (Ilenia Veltroni, II A, 2a classificata a livello regionale e partecipante al campus Cinema Scuola di Roma), nel 2004 (Roberto Agus, III E, 1° classificato) e nel 2005 (Francesca Fais, III D, 1a classificata).

6. Collaborazione con la S.S.I.S.

Il nostro liceo ha stipulato una convenzione con l’Università degli studi di Cagliari e la Scuola di specializzazione post lauream per insegnanti: ospita nelle proprie aule scolastiche i futuri insegnanti, a cui offre la possibilità di tirocini che consentono loro di assistere alle lezioni frontali con le classi e alle riunioni dei consigli di classe e d’Istituto e dei collegi dei docenti, di prendere visione del Piano dell’Offerta Formativa della scuola e di rendersi personalmente conto dell’organizzazione della scuola stessa. La collaborazione ha avuto inizio qualche anno fa e prosegue grazie alla disponibilità dei docenti disponibili ad accogliere i tirocinanti.

7. Progetto I.F.T.S.

(ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE)

Il liceo Dettori, in qualità di soggetto gestore, ospita il Corso di istruzione e formazione tecnica superiore (I.F.T.S) finalizzato a definire la figura professionale di "Tecnico superiore SULLA COOPERAZIONE ED INTEGRAZIONE NEL COMPARTO DEL TURISMO TRA AREE FORTI ED AREE DEBOLI", capace di gestire i rapporti con soggetti pubblici e privati e con associazioni di settore, ai fini della realizzazione dell’offerta turistica intergrata; di analizzare le tendenze del mercato e il sistema di offerta del territorio, attraverso la ricerca di fonti normative e informative; di definire con i soggetti pubblici l’immagine turistica del territorio; di sviluppare azioni di promozione in Italia e all’estero di turismo integrato.

Per l’attuazione del progetto è stata individuata la forma associativa della associazione temporanea di scopo, che vede come soggetti proponenti il liceo "Dettori", l’Associazione culturale Imago Mundi, la SOSOR (Società operatori sociali regionale), l’Università di Cagliari.

Il liceo Dettori sarà sede dello svolgimento delle lezioni.

Il corso ha la durata di 1200 ore, di cui 360 di tirocinio.

Destinatari sono 20 allievi (requisiti: diploma di scuola secondaria superiore, stato di disoccupazione, residenza in ambito regionale).

*****

Anche quest’anno, inoltre, in aggiunta alle attività sopra citate, gli studenti, potranno partecipare liberamente alle seguenti manifestazioni:

* Olimpiadi di matematica * Settimana scientifica * Monumenti aperti

* Spettacoli teatrali * Conferenze * Proiezioni cinematografiche

* Visite guidate.

 

 

Per valutare l'efficacia dell'offerta formativa proposta e realizzata nel nostro Istituto, intendiamo adottare dei sistemi di auto valutazione del nostro operato e delle attività della scuola; con questi ci prefiggiamo certamente finalità conoscitive ma soprattutto l'obiettivo di migliorare la qualità del prodotto scolastico. Riteniamo infatti che l'adozione di un sistema di auto valutazione della scuola sia un valore organizzativo, che mira ad individuare le variabili e le responsabilità, nonché le soluzioni di ciò che eventualmente non funzioni e i correttivi necessari. Per questo, la necessità di un sistema di auto valutazione è stata riconosciuta dal Collegio dei docenti nel suo insieme, e altresì condivisa a livello individuale.

Allo scopo di riflettere sulle modalità operative del processo di auto valutazione, è stato creato un Gruppo di Auto valutazione, costituito da docenti volontari, i quali hanno esaminato e scelto i campi di indagine, predisposto gli strumenti di verifica, stabilito i tempi.

 

I campi di indagine individuati sono i seguenti:

  1. auto valutazione del dirigente scolastico
  2. auto valutazione dell'insegnante
  3. alunni
  4. genitori
  5. attività didattica
  6. organizzazione interna

 

  1. le relazioni esterne
  2. le relazioni interne
  3. la comunicazione con le famiglie.

  1. lavoro in classe
  2. conoscenza degli alunni
  3. rapporti con colleghi e interlocutori esterni.

  1. l'apprendimento
  2. l'attenzione
  3. le competenze
  4. le abilità.

  1. la comunicazione
  2. la collaborazione.

    1. il curricolo
    2. la continuità
    3. l'accertamento
    4. l'estensione del curricolo.

      1. i rapporti docenti/non docenti
      2. i rapporti staff/docenti
      3. i rapporti fra personale non docente e l’utenza

Gli strumenti adottati per l'auto valutazione sono dei questionari contenenti liste di domande.

Tutte le fasi del processo valutativo saranno formalizzate attraverso verbali e documenti scritti.

 

  

  1. Ministero Pubblica Istruzione
  2. Enti locali: Comune, Provincia, Regione
  3. Università degli studi di Cagliari (Convenzione per il tutoraggio degli specializzandi della SSIS, e convenzione con la facoltà di Lingue, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Facoltà di Giurisprudenza)
  4. Direzione Scolastica Regionale
  5. Consulta provinciale
  6. IRRE
  7. Banco di Sardegna, ASL, Servizi sociali, Aziende presenti sul territorio, Forze armate.
  8. Conservatorio musicale " Pierluigi da Palestrina" di Cagliari

 

 

 E' nostra convinzione che la realizzazione del Piano dell'Offerta Formativa dipenda, oltre che dalla sua validità, anche dal grado di adesione che manifestano tutti i soggetti ad esso interessati. Per questo riteniamo che il lavoro del personale ATA (amministrativo, tecnico e ausiliare) nella scuola dell’autonomia sia prezioso al punto da facilitare o compromettere la qualità di ogni azione didattica, e che sia quindi necessario, nell'attuazione del POF, il coinvolgimento a pieno titolo del personale di segreteria, ausiliario, tecnico.

Il personale ATA (Amministrativo-Tecnico-Ausiliare) in servizio nel nostro Istituto è organizzato secondo le seguenti aree omogenee:

  1. Area dei servizi contabili e del patrimonio
  2. Area alunni
  3. Area personale docente e ATA
  4. Area archivio e protocollo
  5. Area tecnica e di laboratorio
  6. Area dei servizi ausiliari

Indichiamo sinteticamente le funzioni attribuite a ciascuna Area:

Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi

  • Sovrintende ai servizi generali amministrativo-contabili
  • Bilancio e gestione finanziaria

 

 

Le assistenti amministrative applicate alle aree sopraelencate sono 7, ed hanno le seguenti mansioni:

1) Area dei Servizi Contabili e del Patrimonio

a. Curano gli incassi,i pagamenti delle fatture, i compensi principali ed accessori del Personale e le relative ritenute, di cui elaborano i registri e le relative dichiarazioni e certificazioni fiscali.

b. Curano l’Inventario dei beni mobili, l’acquisizione dei preventivi egli ordini dei beni patrimoniali.

 

 

2) Area Alunni

Seguono le pratiche degli alunni, dall’iscrizione e la frequenza agli scrutini e agli Esami, di cui compilano i registri, le certificazioni e le statistiche, ed inviano

comunicazioni alle famiglie.

3) Area Personale Docente ed A.T.A.

Curano le pratiche del Personale: l’assunzione in servizio, le assenze, i trasferimenti, le utilizzazioni, le pensioni, di cui curano registri e certificazioni, le pratiche di riscatto, ricongiunzione e pensione.

 

4) Area Archivio e Protocollo

Curano la corrispondenza, la posta elettronica, la tenuta del Protocollo e dell’archivio, le circolari.

 

 

5) Area Tecnica e di Laboratorio

Sono di supporto tecnico alla funzione docente nelle attività didattiche: preparano il materiale e gli strumenti per le esperienze didattiche e per le esercitazioni pratiche nei laboratori, e ne curano la conservazione.

Gli assistenti tecnici sono 2:

1 per i laboratori di Informatica

1 per il laboratorio di Fisica

6) Area Ausiliari

Curano la sorveglianza degli alunni, in occasione di momentanea assenza degli insegnanti, il servizio di portineria e la relativa accoglienza del pubblico,il centralino e la pulizia dei locali scolastici.

 

 

 

ORARIO DI SEGRETERIA PER IL PUBBLICO

dalle

alle

LUNEDÍ

Mattina

10

11

MARTEDÍ

Pomeriggio

16

17

MERCOLEDÍ

Mattina

10

11

GIOVEDÍ

Pomeriggio

16

17

VENERDÍ

Mattina

10

11

 

 

 

Le risorse che prevediamo di utilizzare nel corso del corrente anno sono inserite nel Programma Annuale A.F. 2006 del Liceo Ginnasio "G.M. Dettori" di Cagliari. Il Programma Finanziario costituisce l’elemento dinamico della operatività finanziaria, lo strumento indispensabile attraverso il quale viene gestita e caratterizzata la scuola.

Presentiamo la parte riguardante l’A.F. 2006

01

Avanzo di amministrazione presunta

€ 712.593,09

02

Finanziamento dello Stato

€ 180.827,50

03

Finanziamento della Regione

- - - - - -

04

Finanziamento di EELL e altre Istituzioni pubbliche

€ 19.468,49

05

Contributi da Privati

€ 143.981,50

07

Altre Entrate

€ 7.000,00

Totale Entrate

€ 1.063.870,68

 

 

Funzione strumentale per la Gestione del POF:

 prof.ssa Cinzia Runchina


Liceo Dettori: indice principale